ARTIGIANATO DESIGN AUTOPRODUZIONE
Territorio

Testo integrale

 

Le “settimane di progettazione”, ideate e coordinate da Francois Bukhardt con Giuliangela Lops e Clara Mantica, hanno il loro nucleo in laboratori di progettazione che si sono svolti a Colle Val d’Elsa nel corso del 1993 dove maestri artigiani, artigiani molatori, designers, rappresentanti delle industrie e consulenti di marketing e per la comunicazione si sono conosciuti e hanno messo a punto alcuni prodotti che in sede di mostra sono presentati allo stadio di prototipi, o di prodotti definitivi, pure di progetto.

 

Gli interventi dei designers hanno la funzione di indicare alcuni possibili modi di interpretare e valorizzare le caratteristiche del materiale, delle tecniche, dei linguaggi, al fine di allargare le possibilità espressive dell’artigianato sia nel rapporto con la tradizione, la tipicità locale e i valori di cui sono depositari i maestri artigiani che in relazione alle risorse delle industrie.

 

Obbiettivo finale è quello di costituire una collezione di prodotti di alta qualità e riconoscibilità, identificati con il marchio “Cristallo di Colle Val d’Elsa”, pronta a percorrere le strade dei mercati nazionali e internazionali secondo strategie distributive e di promozione allo studio.

 

I designers coinvolti nei laboratori sono Filippo Alison, Alessandro Bagnoli, Andrea Branzi, Paolo Deganello, Regina Gambatesa. Ugo la Pietra, Alberto Meda, Alessandro Mendini,  invitati per le loro specifiche competenze e i diversi modi di approcciare il progetto.

 

In base alle analisi preliminari e agli incontri svolti con gli artigiani, i campi di applicazione principale del progetto sono risultati essere la definizione di nuovi modelli basici (quelli prodotti dalle vetrerie) idonei ad essere interpretati dai molatori secondo le proprie specifiche tecniche di lavorazione e caratteri stilistici e l’estensione dell’abaco dei decori e delle forme così da arricchire i linguaggi oggi adottati aprendoli alla contemporaneità. Infatti, pur essendo il design una presenza consolidata e prestigiosa per alcune delle industrie colligiane, non sembra che, ad oggi, il patrimonio linguistico degli artigiani ne sia stato influenzato.

Malgrado le azioni fatte fra il 1992 e il 1993 per promuovere le “Settimane” presso gli artigiani di Colle Val d’Elsa - visite nei laboratori e nelle botteghe e incontri pubblici in collaborazione con i rappresentanti delle istituzioni territoriali e delle associazioni di categoria - non tutte le imprese hanno voluto o potuto aderire all’iniziativa.

 
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now